Bonus Edilizia 2020.Sconto in Fattura e Cessione del Credito

20 maggio, 2020

undefined


Confermato nel Decreto Rilancio il superbonus al 110% per i lavori di ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica (anche su alcune seconde case). Dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 questi interventi godranno del superbonus del 110%, bonus che potrà essere utilizzato come detrazione fiscale in 5 anni oppure come sconto in fattura con cessione del credito all’impresa che ha realizzato i lavori o a banche o ad altri intermediari finanziari. 

Scopriamo quali i Lavori che Rientrano nel BONUS

Come noto, La possibilità di applicare sconto in fattura o cessione del credito riguarda i lavori sostenuti nel 2020 e nel 2021. Si applica a tutti i lavori di riqualificazione energetica e riduzione del rischio sismico per i quali è prevista la nuova detrazione al 110% dal primo luglio 2020 al 31 dicembre 2021. E’ prevista anche per altri interventi di ristrutturazione edilizia, riqualificazione energetica, rischio sismico.

  • Ristrutturazioni edilizie:
    lavori di manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, effettuati sulle parti comuni degli edifici condominiali.
    Oppure lavori di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, sulle singole unità immobiliari. Molto in sintesi, sono i lavori a cui si applica la detrazione al 50% fino a un tetto di spesa di 96mila euro previsti dall’ articolo 16-bis, comma 1, lettere a, b, del testo unico delle imposte sui redditi, dpr 917/1986.


  • Efficienza energetica:
    *lavori di riduzione fabbisogno energetico, miglioramento termico edificio, pannelli solari, sostituzione impianti riscaldamento. Sono gli interventi agevolati con l’ecobonus al 65% previsti dall’articolo 14 del dl 63/2013.

    *Lavori antisismici: sono i lavori che riducono il rischio sismico nelle zone 1, 2 e 3 (in base alla classificazione del rischio sismico) previsti dall’articolo 16, commi 1-bis e 1-ter, del decreto legge 63/2013.

    *Recupero o restauro della facciata degli edifici esistenti, ivi inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna: sono i lavori agevolati con il nuovo bonus facciate introdotto dalla manovra 2020 (articolo 1, comma 219, legge 160/2019).

    *Installazione di impianti solari fotovoltaici.
    *Installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici: articolo 16-ter dl 63/2013.
    Su tutti i lavori sopra indicati, l'impresa può applicare direttamente in dichiarazione la relativa detrazione prevista (110%, 65%, 505 e via dicendo, a ognuno dei lavori di applica l’agevolazione specificamente prevista dalle norme sopra richiamate). Oppure, in alternativa, può scegliere una delle seguenti due ipotesi.

Come funziona lo Sconto in Fattura e come Recupera la Somma l'Impresa che ha effettuato i lavori?

  • Sconto in fattura: è una somma che corrisponde alla detrazione spettante, che viene direttamente scalata sul corrispettivo dovuto all'impresa che ha effettuato gli interventi. Quest’ultimo recupera poi la somma applicando un credito d’imposta, con facoltà di successiva cessione del credito ad altri soggetti, compresi istituti di credito e altri intermediari finanziari.

  • Cessione del credito: trasformazione del corrispondente importo in credito d’imposta, con facoltà di successive cessioni ad altri soggetti, compresi istituti di credito e altri intermediari finanziari.

    Il credito d’imposta può essere utilizzato anche in compensazione, sulla base delle rate residue di detrazione non fruite, con la stessa ripartizione in quote annuali con la quale sarebbe stata utilizzata la detrazione. La quota di credito d’imposta non utilizzata nell’anno può essere usufruita negli anni successivi, ma non può essere richiesta a rimborso.

Gli altri bonus per gli edifici

I nuovi superbonus si aggiungono a quelli vigenti:
– bonus ristrutturazione del 50% per il recupero del patrimonio edilizio;
– bonus mobili ed elettrodomestici del 50% per arredare immobili ristrutturati;
– bonus verde del 36% per realizzare aree verdi e giardini;
– ecobonus dal 50% per le finestre, al 65% per pannelli solari termici e caldaie a condensazione al 75% per il cappotto su parti comuni per almeno il 25% della superficie dell’edificio;
– sismabonus dal 50% all’85% per la messa in sicurezza antisismica degli edifici in zona sismica 1, 2 e 3;
– bonus facciate del 90% per tinteggiatura, pulitura o rifacimento delle facciate, introdotto dalla Legge di Bilancio 2020 ma disciplinato solo a febbraio dall’Agenzia delle Entrate, pochi giorni prima che il lockdown bloccasse i cantieri.

Queste agevolazioni aiuteranno la tua impresa. Contattaci per maggiori info 

Nuovo Miniescavatore VIO23-6 Yanmar

27 marzo, 2020

undefined
Nelle condizioni più difficili. Arriva lui: VIO23-6 Yanmar 

Non chiamatelo piccolo. La sua forza infatti risiede nella sua compatezza. Le sue prestazioni lo rendono straordinario pur con un peso di 2,3 tonnellate.

Alcuni dati tecnici:

  • Profondità di scavo: 2655 mm
  • Forza di scavo alla benna: 17,5 kN
  • Forza di scavo al braccio: 13,1 kN

La sua peculiarità è la capacità di adattarsi a qualsiasi cantiere, ma da il meglio di se su terreni e spazi angusti.
Grazie al carro estensibile, la sua larghezza può essere estesa da 1.380 a 1.550 mm

Il design della macchina permetta una visibilità eccellente, 360° di apertura sullo spazio di lavoro che riduce notevolmente lo stress dell'operatore.

Richiedi una consulenza telefonica per agevolazioni e Bonus SUD, clicca qui

Motore di ultima generazione

Lo Yanmar ViO23-6 è equipaggiato col motore Yanmar 3TNV76-PBV1 , affidabile e duraturo grazie al suo sistema di raffreddamento a linquido ed iniezione indiretta con regolatore di velocità meccanico.

II sistema di decelerazione automatica e la  modalità ECO, offrono un'ulteriore opportunità per ridurre i consumi e tutelare l'ambiente.
Bassi Consumi =Altissima Prestazione.

undefined

Sistema Idraulico ViPPS ( ViO Progressive Pump System)

Un sofisticato sistema di 4 pompe separate idrauliche di cui 2 a pistoni con cilindrata variabile e 2 ad ingranaggi (delle quali una è dedicata ai servocomandi ed eroga 10,8 litri/minuto) che generano un flusso idraulico della portata totale di 74,4 litri/minuto. Le tre pompe principali erogano un flusso massimo di 63,6 litri/minuto messo a disposizione per i movimenti operativi, i flussi di queste pompe vengono gestiti da un distributore idraulico che ottimizzando la portata disponibile consente l’esecuzione regolare e simultanea dei movimenti. In tal modo; motore, pompe idrauliche e distributore costituiscono un sistema capace di erogare una notevole potenza che pone questo mini-escavatore al vertice della sua categoria

Struttura Universal Design

Yanmar ha realizzato il concetto di Universal Design diretto a garantire una maggiore produttività. Tutta la torretta del ViO23-6 è stata progettata per ruotare senza sporgere dalla sagoma del carro, la sua struttura garantisce inoltre un’ottima visibilità posteriore. Il ViO23-6 è un vero escavatore giro-sagoma che consente di lavorare a filo muro, in spazi ristretti, con grandi prestazioni e sempre nella massima sicurezza per l’operatore e gli addetti al cantiere.

Il telaio del carro a geometria variabile conferisce maggiore stabilità operativa, il cinematismo di scorrimento è progettato per evitar l’accumulo di materiale durante le manovre di apertura e chiusura. Ovviamente anche la lama è del tipo allargabile e gli estensori sono incernierati, il loro impiego non richiede nessun attrezzo particolare. Il ViO23 si presenta con soluzioni di protezione dei cilindri che lo differenziano notevolmente da quanto offerto dalla concorrenza. Tutti i cilindri di lavoro godono di una protezione totale, una piastra di acciaio armonico sfila solidale con l’asta del cilindro proteggendola in tutte le posizioni. Anche le valvole di blocco sono ben protette da coperture metalliche e soprattutto sono installate in posizioni sicure. Tutti questi accorgimenti evitano rotture per collisione e riducono drasticamente i costi di manutenzione straordinaria ed i tempi di fermo macchina per la sostituzione delle parti danneggiate.

Interfaccia DIGITALE. Il futuro alla portata di tutti.

Di serie sul miniescavatore VIO23-6, il sistema telematico la tecnologia telematica Smart-Assist Remote capace d fornire informazioni in tempo reale che consentono di monitorare e gestire il ViO23-6 da una postazione remota tramite un pc od uno Smartphone.

Yanmar ViO23-6 è dotato di un’interfaccia digitale che informa l’operatore in tempo reale sui parametri di funzionamento dell’escavatore tramite uno schermo da 3,3 pollici ben integrato nella consolle collocata a destra dell’operatore. Tra l’altro assiste l’operatore nel monitoraggio degli intervalli di manutenzione e nella sua pianificazione. Fornisce inoltre importanti informazioni relative al consumo di combustibile, la temperatura del liquido di raffreddamento del motore, il livello del carburante, ecc.

undefined

undefined

Contattaci Telefonicamente per avere un preventivo senza impegno +39 348 811 0544

*Siamo Rivenditori Ufficiali Yanmar solo su Catania e Provincia.

Scopri tutta la gamma completa di miniescavatori Yanmar, clicca qui 

 

Rivenditori Yanmar Catania

27 febbraio, 2020

undefined

TUTTA LA GAMMA DI MINIESCAVATORI YANMAR 

Novità assoluta dal 2019 siamo Rivenditori Ufficiali su Catania e Provincia di tutta la Gamma di Miniescavatori Yanmar

Tutti i modelli e gli accessori che stai cercando per affrontare il lavoro in Cantiere.

 Escavatori da 0 a 2 t

 La soluzione di Yanmar per cantieri con spazi di lavoro angusti, per l'allestimento di spazi verdi, per il rinnovo di abitazioni. I nostri mini escavatori offrono trasportabilità, prestazioni, produttività elevate, costi di manutenzione bassi e dimensioni compatte. La nostra gamma in questa fascia di peso include sia macchine con ingombro posteriore ridotto "SV", sia escavatori girosagoma "ViO" (la torretta rimane sempre all'interno della larghezza dell'escavatore) ed è stata pensata per soddisfare tutte le esigenze di chi lavora in spazi ristretti.undefined

 

Rinnova la tua flotta, grazie alle Agevolazioni, clicca qui

Escavatori da 2 a 5 t

Perfetta combinazione tra compattezza, polivalenza, stabilità e prestazioni elevate. Ideali per lavorare in zone urbane, i nostri escavatori da 2 a 5 t offrono la scelta tra modelli giro-sagoma e quelli con ingombro posteriore ridotto.undefined

Escavatori da 5 a 12 t

La gamma tra 5 e 12 tonellate offre prestazioni eccellenti, grande versatilità, consumi contenuti e costi di manutenzione ridotti. Composta da modelli ad ingombro posteriore ridotto (SV) o giro-sagoma (ViO) questa categoria assicura prestazioni ottimali in tutte quelle applicazioni in cui è necessario operare con macchine “Forti” o macchine con ingombri ridotti al minimo.undefined

 

Richiedi un Preventivo senza Impegno, Clicca qui

Nuova Sabatini 2020. Cos'è e Come funziona?

19 febbraio, 2020

undefined

Ecco le novità della Nuova Sabatini 2020

Con il Decreto Crescita sono arrivate tante novità anche per quanto riguarda la legge Sabatini.
Nello specifico le più importanti novità da segnalare sono:

  • Abolizione della soglia massima di 2 milioni di euro per gli investimenti. Tale investimenti saranno quindi senza limite
  • Possibilità di erogare il contributo in un'unica soluzione qualora l'investimento non superi i 100 milioni di euro.
  • Aumento del contributo per le imprese più piccole: 5 % per le micro imprese e 3,575 % per le imprese di media dimensioni

Nello specifico cosa spetta alle imprese che fanno domanda di accesso?

Alle aziende che fanno domanda di accesso al contributo e che effettuano l'investimento per i acquistare i beni strumentali o acquisirli anche attraverso formule in leasing spetta:

  1. Investimento Coperto da un finanziamento bancario o leasing, fino al 80 % dell'importo dal Fondo di Garanzia PMI
  2. La durata dell'investimento è di massimo 5 anni
  3. Importo compreso tra 20.000 euro e 2 milioni di euro
  4. Finanziamento deve essere utilizzato per coprire gli investimenti ammissibili

Con la nuova legge di Bilancio, cambiano l'iperammortamento ed il super ammortamento che diventano il nuovo CREDITO DI IMPOSTA

Quali sono i Beni agevolabili?

Rientrano tutti i beni strumentali come:

  • Macchinari
  • Attrezzature
  • Impianti
  • Beni strumentali ad uso produttivo
  • Hardware, software e tecnologie digitali

I beni strumentali devono però avere determinati requisiti.

 

Per avere maggiori dettagli, chiedi di parlare con un nostro consulente, clicca qui

 

Bando INAIL 65 % Fondo Perduto

19 febbraio, 2020

undefined

Il contributo messo a disposizione per le Imprese

L’Inail ha pubblicato un bando per finanziamenti a fondo perduto alle imprese.

È pari al 65% dei costi ammissibili per tutti i settori di attività ad eccezione dell’agricoltura.

Arriva fino ad un massimo di 130.000 euro (65% calcolato su 200.000 euro di investimenti) ed il minimo contributo è pari a 5.000 euro (quindi l’investimento minimo deve essere almeno €8.000)

Bando Inail 65% a fondo perduto: chi sono i beneficiari dell’agevolazione?
Sono ammesse al contributo tutte le imprese italiane, anche individuali, di ogni settore produttivo:

  • Artigiani
  • Commercio
  • Industria
  • Agricoltura

Bando Inail 2020: Quali spese ti agevola il Bando?

Il fondo perduto del 65% è concesso per l’acquisto di impianti, macchine, attrezzature, arredi che consentano di ridurre i rischi di infortunio per i titolari d’impresa e i lavoratori.

Tra questi beni rientrano i telescopici (scopri la gamma Dieci) le piattaforme Aree.


undefined

 

Vuoi sapere se hai i requisiti per accedere al Bando Inail 2020? Clicca qui

Credito di Imposta 2020 || Bonus al 45 %

19 febbraio, 2020

undefined
Credito d’imposta 45% scopri il contributo Bonus SUD 2020

La nuova agevolazione prevede un credito di imposta pari a:

  • 45 % per le piccole imprese 
  • 35 % per le medie imprese
  • 25 % per le imprese più grandi

 Il Bonus spetta alle imprese che a decorrere dal 1 Gennaio 2020 e fino al 31 Dicembre 2020, effettueranno investimenti in beni strumentali nuovi ad elevata tecnologia destinati a strutture produttive ubicate nel territorio.

undefinedCredito Imposta 2020 al 45 %. Chi può accedere all’agevolazione?

 

Non importa qual è la forma giuridica dell’impresa, dalla dimensione e dal settore economico in cui essa opera.

Va da una piccola SNC ad una grande SRL o SPA.

Queste imprese, infatti, usufruiscono già di benefici dovuti alla loro particolare natura fiscale.

Scopri se hai i requisiti per accedere all'agevolazione. Clicca qui

 

Gran parte della nostra gamma di prodotti risponde ai criteri del Credito d’imposta 4.0, con la possibilità di contare su un risparmio fiscale rilevante, che in Sicilia può arrivare fino a 98% del valore del bene acquistato.

 

undefined

Al Sud contributi alle imprese per macchinari e attrezzature fino all’85%
 

È quello che emerge dalla relazione di accompagnamento al disegno di legge di bilancio, ossia che il credito d’imposta agli investimenti 4.0 è cumulabile con le altre agevolazioni che abbiano ad oggetto i medesimi costi. Quindi, nel caso delle imprese che effettuano investimenti al Sud in macchinari idonei a industria 4.0 e con spesa fino a 2.5 milioni di euro, è possibile raggiungere percentuali di contributo dell’85%.

Per maggiori dettagli occorrerà attendere i successivi documenti ministeriali che verranno emanati a breve.

Home ← Discussioni più vecchie